Rito religioso o civile

Il giorno delle nozze è l’occasione per la coppia di annunciare al mondo il loro amore e il loro impegno e,
proprio durante la celebrazione del rito, gli sposi ufficializzano questo annuncio.
Se intendete celebrare un matrimonio religioso (Cattolico) è opportuno scegliere la Chiesa in cui intendete svolgere la funzione.
Se invece preferite un matrimonio civile è necessario prendere contatti con il Comune di residenza e fissare
l’appuntamento per la cosiddetta “Promessa di matrimonio”, durante la
quale l’incaricato comunale controllerà i documenti dei futuri sposi e acconsentirà a fissare la data della cerimonia.

Cerimonia religiosa

Fondamentale è la scelta della chiesa
perfetta secondo i vostri gusti…
Se desiderate sposarvi in un luogo
maestoso
che lascerà sempre
impressi nella vostra memoria la
gioia e la grandezza di questo
momento, potreste optare per il
Duomo, se invece preferite un luogo
più romantico
e colto,
il più adatto potrebbe essere
ad esempio una chiesetta di
campagna…

Cerimonia civile

La celebrazione del matrimonio civile
non richiede un iter particolarmente
complicato. Può essere celebrato
in comune oppure all’aperto
in tutti quei luoghi che
il Municipio ha eletto a “casa comunale”,
cioè luoghi che il comune ha
autorizzato alla celebrazione
del matrimonio con rito civile
all’aperto. Esistono inoltre
ville e/o castelli per
matrimonio che, grazie ad un accordo
con il Comune di appartenenza,
possono ospitare cerimonie civili
all’aperto dando così la possibilità
agli sposi di effettuare un allestimento
per la cerimonia completamente in linea
con i propri gusti e con lo stile
generale delle nozze.

Rito simbolico

Il matrimonio simbolico, così come dice il termine, non è riconosciuto
da nessuna autorità, sia essa religiosa o altro.
Non va confuso con il matrimonio civile di cui abbiamo parlato prima.
Chiunque può sposarsi con questo rito, anche i coniugi che
vogliono rinnovare le proprie promesse di matrimonio.
Essendo una cerimonia simbolica, se si desidera un riconoscimento
è necessario prima sposarsi in comune o in chiesa.
E solo dopo fare il rito simbolico.
Di solito le coppie che decidono per il matrimonio simbolico
vanno in comune il giorno prima con solo i testimoni o i
genitori vivendolo come un semplice atto burocratico (quindi
niente abito bianco, scambio anelli, ecc.), mentre la vera
cerimonia sarà quella simbolica che si terrà alla location
o in qualsiasi luogo si desideri.

 

Pur essendo “simbolico” non è corretto considerarlo un rito “finto”
semplicemente perché non è riconosciuto a livello burocratico…
Una cerimonia in cui si testimonia l’amore e l’unione tra due
persone
non può assolutamente essere definita finta.
Il rito simbolico è quanto di più coinvolgente possa esistere e
lascerà nel cuore dei vostri invitati un ricordo dolce ed indelebile!

Tra i riti simbolici più famosi troviamo:
Il RITO CELTICO (o dei 4 elementi), che si basa appunto
sui quattro elementi della natura: la terra, l’acqua, l’aria e il fuoco.
Il RITO DELL’HANDFASTING che prevede la legatura
delle mani degli sposi, a simboleggiare la loro unione.
Il RITO DELLA SABBIA in cui gli sposi, ognuno con un
proprio vaso colmo di sabbia, ne riempono uno vuoto
in simbolo della loro unione.
Il RITO DELLA LUCE (detto anche delle candele)
in cui gli sposi hanno ognuno una propria candela e
ne accendono insieme una terza, simbolo della nuova famiglia.
Il RITO DELLA ROSA che simboleggia l’amore che viene donato
all’altra persona per sempre; esso dovrà essere conservato
nell’intimità della casa, sotto forma di fiore in un vaso,
e rinnovato anno dopo anno

RICHIEDI UN APPUNTAMENTO

Dichiaro di aver letto e accetto la privacy policy

Sarò al tuo fianco nella
pianificazione e nell’organizzazione
del tuo Matrimonio nei minimi
dettagli affinchè sia
il giorno dei tuoi sogni!
Incontriamoci per un caffè!